Lettori fissi

lunedì 2 aprile 2012

Parco Hama Rikyu.

L'aspetto che più mi colpisce e insieme mi attrae del Giappone, 
è la sua "Doppia Faccia".
Accanto a grattacieli ultramoderni, strade super illuminate e rumorose,
si trovano angoli dimenticati dal tempo;
Piccoli vicoli silenziosi, dove l unico rumore che echeggia è il suono dei
geta.
Anche Tokyo, non fà eccezione, m'è capitato di passare dal trambusto di Shibuya
ad un vicoletto silenzioso con case di legno.
Un tipico esempio di ciò che parlo, è Hama Rikyu.


Si tratta di un bellissimo parco, ai margini di Ginza, del quale s intravedono gli
altissimi grattacieli di Shiodome.


I lavori di costruzione iniziarono nel 1654, per volere dello Shogun,
che fece erigere per sè e la sua famiglia, ville e case da te.
Sfortunatamente il parco e le relative costruzioni, vennero rase al suolo
durante il bombardamento del 29 Novembre 1944.
Solo la casa da te Nakajima fù ricostruita fedelmente.


Dopo un'intera mattina passata a consumare le suole, rifugiarci in questa 
piccola casetta di legno, è stato il modo migliore per riposarci un pò.
Abbiamo goduto della tranquillità del parco, bevendo del buonissimo
te e mangiando un dolcetto di azuki davvero delizioso.
Grazie Yukie chan, per avermi portata in un luogo cosi' magico.

5 commenti:

Nyu ha detto...

Bello... e buono.. io me ne sarei mangiata 10 di dolcetti (me ingorda)!

AnnMeri ha detto...

Traspira proprio tranquillità e pace...belloooooooo

Scarabocchio Girl ha detto...

Ma che bello questo posto! :)

Donkuri ha detto...

che meraviglia!

l'onorevole carpa ha detto...

Pure io ne avrei mangiato una decina ahahahahah
Scherzi a parte, è un posto davvero incantevole, che rimane nel cuore :D